Le attività

SCUOLE DI MUSICA

L’attività riguardante l’organizzazione e la gestione di Scuole di Musica è indubbiamente quella che maggiormente identifica il CEPAM, che dispone di una struttura in grado di seguire, nelle numerose sedi in cui è operativo, una media di oltre 1.300 iscritti all’anno e più di 70 docenti collaboratori.

La caratteristica peculiare delle Scuole CEPAM è la grande disponibilità verso chiunque desideri intraprendere o perfezionare lo studio di uno strumento, senza limiti di età, genere musicale, livello ed ambizioni. Gli allievi vengono accompagnati nel loro percorso musicale con programmi che, grazie alla flessibilità e sensibilità dei docenti ed alla grande varietà di proposte, sono modulati in funzione delle loro caratteristiche ed esigenze. In tal modo è possibile evitare le frustrazioni tipiche di metodologie rigide che spesso portano, non solo ad abbandonare lo studio dello strumento, ma a distaccarsi completamente dal linguaggio musicale identificandolo non come un’arte e una fonte di arricchimento della propria sensibilità, ma come una noiosa disciplina. Dal punto di vista strutturale, il CEPAM ha la Sede Centrale a Reggio Emilia che ospita 11 aule attrezzate, gli uffici di segreteria e la direzione ed è presente in numerosi Comuni con sedi distaccate. Attualmente i Comuni sedi di Scuole CEPAM sono Bagnolo in Piano, Barco,Bibbiano,Cadelbosco di Sopra, Casalgrande, Castellarano, Correggio, Fabbrico, Gualtieri, Luzzara,Novellara,Montecchio, Quattro Castella, San Martino in Rio, Scandiano.Con la maggior parte di questi Comuni la collaborazione è ultraventennale e ciò ha permesso di creare realtà molto radicate ed articolate sul territorio la cui valenza sia culturale che aggregativa e socializzante è fortemente consolidata. Per visionare l'intera offerta didattica consultare le sezioni "Corsi di Musica" e "Le Scuole CEPAM" .


LABORATORI E PERCORSI PER LE SCUOLE

Se è quasi superfluo sottolineare l’importanza che riveste la musica e soprattutto il “fare musica” nella formazione caratteriale e culturale dei bambini e dei ragazzi, non è forse altrettanto scontata la consapevolezza che, essendo il linguaggio musicale in continua evoluzione, occorre adeguare  il tipo di approccio e i contenuti artistici proposti  alle esigenze delle nuove generazioni.

E' in quest’ottica che il CEPAM ha elaborato numerosi percorsi musicali diversificati per i bambini delle scuole dell’infanzia, delle primarie e per i ragazzi delle scuole secondarie. Tali percorsi possono essere modulati o addirittura creati ex-novo in base alle esigenze delle singole scuole o classi. Di seguito sono elencate alcune delle proposte disponibili:

Laboratorio Musicale – Musica e parole (ascoltare, capire e fare canzoni) – Viaggio nella canzone popolare – La geografia della musica – Musica e teatro – Musica e Storia – Laboratorio di canto corale – Fare musica – Musica ed emozioni – Musica e movimento- Gli strumenti si presentano.
 

LABORATORI E ATTIVITA' PER GLI ANZIANI

Da oltre vent' anni il CEPAM è attivo presso  le Case Protette e i Centri Diurni con percorsi e progetti originali basati sulla consapevolezza del grande beneficio che una mirata e continuativa Attività Musicale di gruppo può apportare agli anziani, sia dal punto di vista psico-somatico che da quello della socializzazione. Il percorso standard prevede normalmente un incontro settimanale per gruppi formati da un minimo di cinque fino ad oltre venti anziani. Gli incontri sono tenuti da un docente appartenente ad una équipe di lavoro specifica per il settore. Il lavoro in équipe consente agli operatori, oltre che potersi costantemente confrontare ed aggiornare, di alternarsi nei centri in modo da garantire continuità, dinamismo e rinnovamento dell’attività. E’ possibile  anche prevedere  la presenza di più figure contemporaneamente in occasione di ricorrenze, feste o per la realizzazione di progetti specifici. Durante gli incontri viene svolta un’ attività ricreativa di base che, utilizzando il linguaggio musicale come veicolo emozionale, coinvolge attivamente gli anziani richiamando alla  loro memoria i periodi più cari della vita. Ciò può essere fatto, ad esempio,  intonando insieme a loro le canzoni più significative, eseguendo brani strumentali che prevedono la loro partecipazione mediante l’utilizzo di semplici strumenti ritmici e guidandoli nell’ ascolto di musiche sia registrate che eseguite dall’operatore. Occorre sottolineare la grande capacità di stimolo ed il forte impatto emotivo che il contatto diretto con i musicisti e gli strumenti musicali (chitarra, pianoforte/tastiera,fisarmonica, saxofono…) è in grado di suscitare. Questa attività di base può essere inserita in un progetto più ampio che preveda il raggiungimento di obiettivi specifici quali, ad esempio, l’allestimento di una rappresentazione, la realizzazione di un CD musicale, la sonorizzazione di un video che abbia come protagonisti gli stessi anziani. A richiesta è possibile effettuare sedute specifiche di Musicoterapia individualizzata o per gruppi ristretti, che può essere pianificata anche come supporto al normale percorso di gruppo.
 

LABORATORI E ATTIVITA' PER DISABILI

In queste delicate strutture il CEPAM è operativo, da parecchi anni, con progetti mirati e spesso innovativi. Normalmente le attività vengono elaborate in collaborazione con gli operatori dei Centri in modo da creare uno staff  esecutivo più coinvolgente ed efficace. E’ possibile integrarli con cicli specifici di Musicoterapia mirati. 


PERCORSI  DI MUSICOTERAPIA

Musicoterapia per disabili
La musicoterapia attraverso progetti terapeutici individualizzati o di gruppo si rivolge a bambini, adolescenti, adulti, anziani che presentano handicap emotivi, fisici, mentali o psicologici. Questi percorsi musicoterapici hanno come obiettivo di facilitare l’integrazione, la comunicazione, la socializzazione, ed affinare le capacità senso-motorie e senso-percettive. La musicoterapia è un modo per ridurre le conseguenze dei danni cognitivi e comportamentali 

Musicoterapia per anziani
Il senso dell’intervento di musicoterapia è di carattere riabilitativo. Il materiale sonoro viene utilizzato non esclusivamente come semplice intrattenimento ma come utile strumento della comunicazione che partendo dai bisogni degli anziani progetta in equipe percorsi dinamici. Specialmente in anziani malati di Alzheimer la musicoterapia cerca di mantenere e ravvivare il loro interesse verso il mondo esterno e gli altri. L’obiettivo principale della musicoterapia è migliorare la qualità della vita, oltre a rivitalizzare l’umore, ridurre l’aggressività e ovviamente stimolare la memoria.
 

CONCERTI GUIDATI  

Si tratta di Concerti che si propongono di affrontare argomenti specifici, non solo attraverso l’esecuzione di brani, ma guidando l’ascoltatore, tramite racconti, spiegazioni, ascolti e visioni, in un percorso più approfondito e articolato. Normalmente per ogni argomento è prevista una mini-rassegna di due o tre appuntamenti nel corso dei quali le esecuzioni musicali, tenute da ensemble di docenti del CEPAM, saranno intercalate dagli interventi di un musicista relatore. Gli approfondimenti sono modulati in modo da non appesantire  gli appuntamenti, ma, piuttosto per rendere i Concerti maggiormente piacevoli e fruibili anche da un pubblico non particolarmente interessato alle tematiche specifiche. Di seguito sono indicati alcuni titoli di proposte disponibili.

Viaggio dentro al Blues – Storia ed evoluzione del Jazz  - La scrivo e la canto (la canzone d’autore italiana) – Dal blues al rock: i suoni, la storia - Woodstock, storie e musiche di un evento - Immagini Barocche –  Canti e storie del popolo- Unplugged, gli altri suoni del rock – Canta che ti passa – Messico e Musica – Musical che passione! – Il beat e gli anni ’60 – Il “giro di blues” – Il sound del Metal

Share this
piace a 10 utenti